Una categoria di cibi molto amata sono i latticini, prodotti alimentari derivanti dal latte come burro, formaggio, ricotta, yogurt e panna che sono tra i più conosciuti. A loro volta si distinguono in latticini con o senza lattosio, prodotti selezionati e venduti in molti supermercati come nei punti vendita Penny Market.

Assumere la giusta quantità di latticini è fondamentale, soprattutto in età infantile, proprio in virtù della formazione delle ossa.

I latticini magri o con pochi grassi forniscono nutrienti essenziali come il calcio, la niacina, il potassio, il fosforo e le vitamine A, D e B12, tutti essenziali per un giusto apporto nutrizionale, per migliorare la formazione delle ossa e per prevenire malattie cardiovascolari, diabete ed ipertensione.

Latticini: i migliori da consumare

Il latte è sicuramente uno degli alimenti migliori per la salute dell’organismo, disponibile in diversi formati e varianti (anche per gli intolleranti al lattosio) ed un regolare consumo riduce i rischi di sviluppare cancro al colon.

Anche il formaggio è tra i migliori latticini da consumare, poiché contiene una maggiore quantità di calcio, seguito da quelli a pasta semidura, morbida ed infine quelli freschi.

Il formaggio duro come il Parmigiano è un’ottima fonte di calcio, fosforo e proteine. Inoltre, studi scientifici dimostrano che gli adolescenti che consumano formaggio hanno ossa più robuste rispetto a chi non lo consuma.

Il Kafir rientra in una famiglia meno nota di latticini, un mix di yogurt e latte dalla consistenza cremosa e un gusto dolciastro. È ricco di batteri che si formano in maniera naturale durante la sua lavorazione, che contribuiscono ad una sana digestione.

Formaggi senza lattosio

Dal lattosio al senza lattosio il passo è breve. I formaggi senza lattosio, infatti, si distinguono in due macro categorie. La prima sono i formaggi molli, ottenuti con l’utilizzo di latte delattosato. Nei formaggi stagionati, è proprio la stagionatura a trasformare il lattosio in un’altra molecola. Entrambe le categorie di formaggi senza lattosio però, ne contengono minime quantità, che sono considerate tollerate dal corpo secondo l’Autorità europea per la sicurezza alimentare. L’industria casearia, visto un consenso del pubblico sempre maggiore, offre una vasta scelta di latte delattosato e formaggi freschi che assomigliano sempre più alla versione “originale”. Un paragrafo a parte lo merita lo yogurt, sono tollerate dal corpo alcune varietà, grazie alla presenza di batteri (Lactobacillus) che digeriscono parzialmente il lattosio e ne minimizzano la quantità.

Formaggi senza lattosio

Tra i formaggi senza lattosio di natura esistono alcune specialità italiane come il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano  con stagionatura dai 24 mesi in su, Pecorino e Taleggio stagionati per 12 mesi, a cui si aggiungono tra gli altri formaggi come Asiago, Emmenthal, Provolone, Caciocavallo, Puzzone, Bitto invecchiato, Caprino stagionato, Gorgonzola e Groviera per fare qualche esempio.

Prodotti confezionati senza lattosio

In considerazione di un numero sempre maggiore di persone che soffrono di intolleranze alimentari, anche le aziende si sono mostrate sempre più sensibili a questo tema, lanciando nuove linee prodotto che si rivolgono a un target di consumatori sempre più ampio. Solo fino alla fine del ventesimo secolo, si contava ancora un numero esiguo di aziende in grado di produrre cibi senza lattosio; successivamente a fronte di una crescita sempre più consistente, molte aziende, tra cui molte realtà della grande distribuzione organizzata, hanno creato delle linee pensate proprio per questa tipologia di clientela.

Latticini: i migliori caseifici, garanzia Penny Market

Latticini di qualità per tutti su Pennymarket. Una delle realtà della GDO ha voluto proporre alla sua clientela un’ampia selezione di prodotti caseari freschi come latte, yogurt, burro e formaggi, unita all’offerta di prodotti DOP, Light e Free From.

Dall’attenzione dedicata alla tradizione casearia, al controllo della provenienza delle materie prime, che trovano la loro massima espressione in Valbontà, azienda che garantisce da sempre la provenienza del latte 100% italiano per tutti i suoi prodotti. Attenzione alla filiera che prosegue fino a raggiungere le tavole dei consumatori.

Proprio in virtù di questa peculiarità, nonché delle esigenze di i clienti Penny Market, l’offerta casearia si estende ai prodotti senza lattosio grazie al nuovo marchio Free, specifico per coloro che prestano attenzione all’alimentazione, in virtù di precise esigenze nutrizionali, dietetiche o di gusto.