Il caffè: una bevanda gustosa dai mille benefici

Il caffè, la bevanda più amata dagli italiani, si pensava potesse essere cancerogena.

In realtà proprio negli ultimi tempi l’OMS (Organizzazione della Sanità Mondiale), ha scagionato questa deliziosa bevanda dall’essere dannosa per il nostro organismo.

Al vaglio degli esperti sono passati 500 studi, che hanno smentito che il caffè possa provocare il rischio di tumore alla vescica.

Negli anni ‘90, alcuni ricercatori avevano appurato che esisteva una forte correlazione tra consumo di caffè e tumore alla vescica, ma dopo il nuovo esame, a quanto pare, non sussistono rischi e né pericoli.

Il caffè può essere tranquillamente bevuto e degustato in tutta tranquillità e serenità, l’importante è focalizzarsi su un caffè di ottima qualità certificata e comprovata come le capsule a modo mio borbone.

Tuttavia, a parlare bene del caffè non è soltanto l’ultima ricerca eseguita, alcuni studi scientifici hanno messo in luce anche un altro importante punto: il caffè non è responsabile di cirrosi epatica e né tanto meno influisce in maniera negativa sul battito cardiaco.

Altri esami ancora, hanno evidenziato come la bevanda più amata dagli italiani si riveli una potente protettrice contro i tumori all’apparato digerente e contro il tumore al collo dell’utero.

La cosa importante è non eccedere con la quantità, sarebbe auspicabile bere dalle 3 o 4 tazzine al giorno, indipendentemente dal contenuto della caffeina.

Attenendosi a tale dato, pare che anche la percentuale di decessi sia diminuita, forse, merito degli antiossidanti presenti all’interno della bevanda.

Insomma, se fino a qualche tempo fa si pensava che la caffeina fosse una delle principali responsabili di tumore, oggi le cose si sono ribaltate.

Ovviamente bisogna attenersi a quanto riportato per la quantità di caffè.

Berne tanto provoca rischi per il cuore, nello specifico è emerso da uno studio condotto in California che bere dalle 6 alle 7 tazze di caffè al giorno, il rischio di malattie cardiache aumenta del 22%.

Se è consumata in quantità molto più elevata, la caffeina può causare altri disturbi di entità grave come l’ipertensione.

 Vivere in salute: solo il caffè è considerato un toccasana?

Ma attenzione: non bisogna soltanto focalizzarsi sul caffè in sé che apporta benefici, per poter avere un buon riscontro in termini di salute, bisogna porre un occhio di riguardo anche all’alimentazione.

Essa deve essere sana ed equilibrata caratterizzata da un buon quantitativo di frutta e verdura di stagione, cereali integrali, carni, preferibilmente quelle bianche, pesce soprattutto quello azzurro perché ricco di Omega 3 e Omega 6, e soprattutto bisogna bere tanto.

L’acqua oltre ad idratare l’organismo ha la funzione di eliminare scorie e tossine dal corpo, sostanze che per dirla tutta, si rivelano tossiche e talvolta sono proprio loro le responsabili dell’invecchiamento cellulare o di altri disturbi.

Oltre a tutto questo, bisogna praticare molta attività fisica.

Questo non significa che bisogna andare obbligatoriamente in palestra, ma camminando anche solo per mezz’ora al giorno può rivelarsi un toccasana per la salute.

Quindi, alla luce di quanto detto, è vero che il caffè da una parte contribuisce a ridurre il rischio di tumori, ma è altrettanto vero che per godere di buona salute è necessario seguire alla lettera quanto detto in precedenza.